Consorzio Carota S. Rocco Castagnaretta

Carota di S. Rocco Castagnaretta

Il consorzio di tutela e valorizzazione della carota di S. Rocco Castagnaretta si propone di valorizzare ed incrementare la produzione di questo particolare ortaggio. La carota è un ortaggio coltivato in moltissime zone dell'Italia e dell'Europa. Esistono però alcune nicchie di produzione, quale ad esempio la località di S.Rocco Castagnaretta, provincia di Cuneo, in cui la carota, grazie alla peculiarità della zona sulla quale viene coltivata, acquisisce eccellenti qualità organolettiche. In particolare la Carota di S. Rocco è raccolta quotidianamente per 10 mesi all'anno, è quindi un ortaggio che viene consumato sempre fresco e non subisce particolari processi di conservazione in celle frigorifere. Il consorzio viene fondato nel dicembre 1999 in Cuneo da sette imprenditori agricoli locali. Attualmente i soci produttori della vera Carota di S. Rocco sono 11 e vivono e coltivano tutti il prodotto in una ristretta area nei dintorni di Cuneo, sulla riva del torrente Gesso. I campi dove viene coltivata la Carota di S. Rocco sono delimitati a nord-ovest dall'altopiano di Cuneo e a sud-est dall'alveo del torrente Gesso. Il terreno è di natura alluvionale, caratteristica questa che lo rende molto drenante ed evita i ristagni d'acqua, decisamente nocivi alla cultura della carota. Tutti i soci del consorzio di tutela e valorizzazione della Carota di S. Rocco sono seguiti passo a passo nelle varie fasi della cultura da tecnici dell'agenzia 4a della Coldiretti di Cuneo.

Caratteristiche del prodotto

Un ortaggio dal colore solare e accattivante, di alto apporto vitaminico, autentico cocktail di salute e di bellezza. E soprattutto sempre fresco sul mercato: semine scalari, da marzo a fine giugno, assicurano una raccolta costante per dieci mesi l’anno, senza bisogno di conservazione in cella frigorifera; anche con il freddo e la neve è sufficiente una semplice copertura di paglia di riso. Giustamente dolci e tenere nella polpa, le carote di San Rocco Castagnaretta offrono un prodotto garantito da un apposito Consorzio di tutela: lo contraddistingue un logo di grande simpatia, una carota vestita da chef con tanto di forchetta e coltello, per ricordare l’eccellenza nel consumo a crudo, semplicemente spuntate e raschiate con mano leggera perché non perdano sapore e valori nutritivi. Una vocazione antica, nata quando la campagna era disseminata di cascine a mezzadria e gli ortolani producevano il necessario per l’azienda e il mercato locale. Il territorio d’elezione è la fascia pedemontana sulla direttrice Cuneo-Borgo San Dalmazzo, fra il fiume Stura e il torrente Gesso, con centro nella frazione San Rocco Castagnaretta alle porte del capoluogo. Suoli alluvionali, sabbiosi, formati dallo straripamento dei due corsi d’acqua, offrono l’habitat ideale. La lavorazione è ancora in gran parte manuale: la buona percentuale di materiale drenante rende difficile l’utilizzo di macchine se non per la semina. Una produzione biologica, in piccole aziende dove si pratica la rotazione tra cereali, prato e ortaggi. Una strategia vincente fatta di caparbietà e saperi dell’uomo e di un importante ruolo della cooperazione, perno dell’agricoltura d’oggi.

La salute nel piatto

Un cibo sano e dietetico. Grattugiate grossolanamente, condite con olio extravergine d’oliva, sale e limone, offrono un piatto prezioso, ideale per lo spuntino veloce. A chi non le tollera crude, è consigliabile lessarle in acqua leggermente salata; ottime ripassate in burro e profumate con prezzemolo e origano. Si possono anche stufare in tegame o ridurre a succo disintossicante per una corretta prima colazione. Non c’è minestra, brodo o arrosto che non le preveda tra gli ingredienti; altri utilizzi sono i passati o la classica torta. Quelle più grandi e tenere sono valide nella decorazione: all’abilità del cuoco ricavarne fiori e piccole figure o presentarle a dadini, a oliva, alla julienne. E non dimentichiamo i suggerimenti della medicina popolare: la carota rende bella e colorita l’epidermide, rafforza la vista e aiuta a mantenere a lungo l’abbronzatura.

Le aziende del consorzio

AziendaIndirizzoTelefono
Azienda agricola
Bergese Lorenzo
Viale Mistral 31 Cuneo (San Rocco) 0171491323
Azienda agricola
Carletto Marinella
Via Mistral 131 Cuneo (San Rocco) 3400975966 - agriturismoilparco@alice.it
Azienda agricola
Castellino Aldo
Via S. Maurizio 68 Cuneo (San Rocco) 0171492360 - 3381165528
Azienda agricola
Colombero Mauro
Via Mistral 39 Cuneo (San Rocco) 0171491383
Azienda agricola
Cometto Luigi
Via San Maurizio 66/b Cuneo (San Rocco) 0171492760
Azienda agricola
Cometto Stefano
Via San Maurizio 26 Cuneo (San Rocco) 0171492014
Azienda agricola
ELEONINI GIOVANNI
Via San Maurizio 43 Cuneo 0171-491717 328-7148759
Azienda agricola
Eleonini Graziella
Via San Maurizio 43 Cuneo (San Rocco) 3472378609 www.tracciabilitacuneo.it
Azienda agricola
Gili Giancarlo
Via Cascina Colombaro 80 Cuneo (San Rocco) 0171344092
Azienda agricola
Giordano Marco
San Maurizio 30/b Cuneo (San Rocco) 0171344271
Azienda agricola
Landra F.lli Luigi e Armando
Via Candela 81 Borgo S. Dalmazzo 3498665252 - 3479018906
Azienda agricola
Lovera Bruno
Via Cascina Colombaro 46/b Cuneo (San Rocco) 0171492243 - 3477035435
Azienda agricola
Lovera Enrico
Via Crocetta 16 San Rocco Castagnaretta 0171344771 - 3338686606
Azienda agricola
Maccagno Agostino
Via Bodina 97 Cuneo (San Rocco) 0171344152
Azienda agricola
Maccagno Giampiero
Via Bodina 99 Cuneo (San Rocco) 3338427872
Azienda agricola
Merlo Bruno
Via Mistral 131 Cuneo (San Rocco) 0171492757 - 339.5634671
Azienda agricola
Ricciputi F.lli Guido e Luigi
Corso Francia 279 Cuneo (San Rocco) 0171491387
Caricamento della mappa da google maps...